Miglior materasso singolo 2019

Perché scegliere un materasso singolo

Generalmente, il materasso singolo viene scelto per una esigenza particolare, ovvero per la questione dello spazio. Tutti desidereremmo avere letti grandi e confortevoli, ma quando questo non è possibile, bisogna accontentarsi di un letto singolo. Come i materassi matrimoniali, anche quelli singoli possono essere realizzati con diversi materiali. Vediamo insieme quelli principali.

PRODOTTO DIMENSIONI PESO VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
80 x 190 x 22 cm 11 kg VEDI PREZZI
80 x 190 x 23 cm 10 kg VEDI PREZZI
80 x 190 x 22 cm 13 kg VEDI PREZZI
80 x 190 x 25 cm 8 kg VEDI PREZZI
80 x 190 x 23 cm 12 kg VEDI PREZZI
80 x 190 x 25 cm 15 kg VEDI PREZZI
80 x 190 x 21 cm 8 kg VEDI PREZZI
80 x 190 x 22 cm 10 kg VEDI PREZZI
80 x 190 x 25 cm 14 kg VEDI PREZZI
80 x 190 x 18 cm 7 kg VEDI PREZZI
  • Materasso singolo a molle: quelli di ultima generazione, che dispongono di molle insacchettate, consentono di distribuire in maniera uniforme il peso del corpo, molto meglio rispetto ai vecchi materassi a molle che avevamo da bambini. Per cui, su alcuni punti, vengono alleviate le zone di pressione; per aumentare il comfort e il calore, ovviamente quest’ultima caratteristica più adatta in inverno che in estate, è possibile aggiungere un copri materasso in Topper memory foam.
  • Materasso singolo in lattice: questo materiale offre un buon sostegno per il peso del corpo, nonostante siano comunque molto flessibili e si adattano bene alla forma del corpo, riducendo al minimo le zone di pressione; sono perfetti per chi durante il sonno si muove continuamente cambiando la posizione e anche per i soggetti allergici. Unico vero svantaggio, è il fatto che il lattice è un materiale a cui alcune persone sono allergiche.
  • Materasso singolo in memory foam: è il materiale più innovativo disponibile oggi sul mercato. Presenta ottime caratteristiche di flessibilità, si adatta perfettamente alla forma del corpo e elimina quasi completamente le zone di pressione. Sono materassi che tendono a trattenere il calore, per cui sono perfetti per chi vive in zone fredde o soffre il freddo durante la notte. Non sono ideali per chi vive in zone molto calde del paese.

Quanto dura un materasso?

A differenza dei materassi che venivano prodotti una volta, oggi i materassi moderni, qualsiasi sia il materiale utilizzato, vengono progettati per durare una vita intera. Questo, almeno, è quello che ci dicono la maggior parte degli spot televisivi. In realtà, anche il materasso migliore ha una “data di scadenza”, generalmente dopo 10 anni. Con il trascorrere del tempo, infatti, il nostro corpo cambia e quindi quello che oggi ci sembra il materasso più adatto alle nostre esigenze, potrebbe non esserlo più tra 10 anni. A parte questo, i materassi sono come dei veri e propri contenitori, quindi tendono ad accumulare al loro interno muffe, germi, funghi, acari e polvere, che possono provocare seri problemi di salute, compresa la comparsa di sintomi allergici in età avanzata. A questo proposito, rivestono un ruolo fondamentale i rivestimenti ecologici, antibatterici, anallergici e anti-acaro, che possono rendere il nostro materasso quel piano ideale di riposo, anche da un punto di vista igienico. Ci sono diversi rimedi naturali utili per eliminare dal proprio materasso questi e tanti altri problemi, scopri quali sono continuando a leggere!

Come disinfettare il proprio materasso eliminando gli acari

  • Rivestire il materasso, cuscini compresi, con prodotti certificati anti-acaro; questi rivestimenti sfoderabili, vanno poi lavati in lavatrice ad una temperatura minima di 60° (gli acari muoiono con temperature superiori ai 55°). Al cambio delle lenzuola, da effettuare ogni settimana, bisogna passare sul materasso e i cuscini un panno leggermente umido, per rimuovere tutta la polvere dalla superficie.
  • Se i bambini soffrono di allergie, bisogna utilizzare queste accortezze su tutti i letti di casa.
  • Utilizzate coperte e piumini con trattamenti anti-acaro.
  • Preferite poltrone e divani in alcantara, pelle o altri materiali impermeabili.
  • Evitare di mettere prodotti acaricidi sul materasso, divani e cuscini: poiché servono solo per eliminare quei pochi acari che si trovano in superficie, mentre sono del tutto inefficaci per quelli interni; inoltre, contengono sostanze chimiche tossiche e che possono provocare irritazione alla pelle.
  • Togli moquette e tappeti dalle stanze; rimuovere gli acari da queste sedi è molto difficile.
  • Devi arieggiare spesso casa, anche se per pochi minuti, soprattutto ambienti come bagno e cucina, dove si accumula la maggior parte dell’umidità.
  • Evita di utilizzare gli umidificatori.
  • Pulisci in maniera periodica i filtri del condizionatore e per il riscaldamento dell’aria.
  • Pulisci casa con panni umidi o aspirapolvere con tecnologia ciclonica, che trattiene la maggior parte della polvere, anche quella più sottile, invece di rimetterla in circolo tramite gli scarichi dell’aria.

Le dimensioni dei materassi singoli

materasso singoloForse non lo sapevi, ma le dimensioni dei materassi, non sono casuali, ma vengono dettate da alcune normative europee. Uno degli errori più grandi che si possono fare, è quello di acquistare un materasso troppo piccolo, e proprio per questo abbiamo scritto questo paragrafo, per aiutarti a scegliere il materasso delle dimensioni più adatte alle tue esigenze. In paesi come la Svizzera, l’Austria e la Germania, le dimensioni standard per un materasso singolo sono 90 x 200 cm. In Italia, invece, gli standard prevedono, sempre per il materasso singolo, dimensioni di 80 x 190 cm. Tuttavia, dato che la differenza di prezzo è minima, noi consigliamo sempre di prendere il materasso singolo più grande possibile, se non si può arrivare a quello da una piazza e mezzo o addirittura matrimoniale. Con un materasso più lungo e largo, si può beneficiare di un riposo migliore, perché è possibile stendere le gambe senza toccare i bordi del letto. Se il materasso è troppo piccolo per il corpo dell’occupante, questo è portato ad assumere posizioni scorrette, che a lungo andare possono comportare problemi alla colonna vertebrale.

Il prezzo dei materassi singoli

Il prezzo di un materasso è direttamente proporzionale alla qualità dei materiali utilizzati per la sua realizzazione. Almeno nella maggior parte dei casi. Un materasso singolo costa sempre meno di un materasso matrimoniale, ma spesso non è proprio un costo dimezzato perfettamente. Infatti, capita spesso di vedere due materassi identici, dove il singolo costa 200 euro e il matrimoniale 350. Il prezzo varia soprattutto in base al materiale utilizzato. Quelli più economici sono quelli a molle, anche quelli di ultima generazione, con molle insacchettate, restano più economici di tutti. Probabilmente questo è il motivo principale per cui sono così diffusi. Un prezzo intermedio de l’hanno i materassi in lattice, ortopedici, ma anche con alcuni evidenti svantaggi (il lattice è un materiale allergico). I più costosi, ma quelli che presentano anche i maggiori vantaggi, sono i materassi singoli in memory foam.