Miglior materasso gonfiabile 2019

Cos’è un materasso gonfiabile?

Si potrebbe pensare che l’acquisto di un materasso gonfiabile sia semplice, così come acquistare una cosa come un’altra, in realtà le cose non stanno proprio così. Infatti, in commercio ne esistono moltissimi modelli, ognuno adatto a soddisfare un particolare tipo di esigenza, ed è per questo, che prima dell’acquisto, si consiglia di vagliare per bene tutte le proprie esigenze, per farsi un’idea precisa della categoria di materassi gonfiabili più adatti a se, fra le tante tipologie presenti sul mercato.

PRODOTTO DIMENSIONI PESO VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
152 x 203 x 46 cm 9 kg VEDI PREZZI
99 x 191 x 42 cm 5 kg VEDI PREZZI
152 x 203 x 22 cm 4 kg VEDI PREZZI
97 x 191 x 46 cm 0,5 kg VEDI PREZZI
152 x 203 x 46 cm 9 kg VEDI PREZZI
76 x 185 x 22 cm 1,7 kg VEDI PREZZI
107 x 168 x 25 cm 3,9 kg VEDI PREZZI
152 x 203 x 38 cm 6 kg VEDI PREZZI
99 x 191 x 42 cm 4,1 kg VEDI PREZZI
162 x 203 x 46 cm 8 kg VEDI PREZZI

Da campeggio o da casa?

In generale, possiamo affermare che esistono due grandi categorie di materassi gonfiabili, quelli per il viaggio (e quindi anche da campeggio) e quelli per la casa, per un utilizzo domestico. Sono infatti due le occasioni in cui si rende necessario l’acquisto di un materasso gonfiabile:

  • quando si prevede di ospitare in casa ospiti e non si hanno a disposizione altri letti;
  • oppure quando si pianifica un viaggio all’aperto, che preveda di dormire sotto le stelle.

Bisogna inoltre ricordare, che nonostante l’utilizzo di questa tipologia di materasso può essere occasionale o sporadico, non mancano le persone che decidono di dotarsi di questo prodotto per un utilizzo giornaliero, in sostituzione dei più famosi materassi in schiuma espansa, in lattice o a molle. In questi casi, la scelta del proprio materasso gonfiabile deve essere fatta ancora con più attenzione. Questo per evitare il rischio di dormire in posizione scorretta e trascorrere notti insonne. Vediamo quindi come queste due categorie si distinguono tra di loro.

Materasso gonfiabile per uso domestico

materasso gonfiabileCapita spesso, a studenti o lavoratori fuori sede, oppure alle coppie senza figli di vivere in piccoli appartamenti e non avere la possibilità di ospitare amici e parenti che di tanto in tanto vanno a trovarli. Per non obbligare queste persone a prenotare una costosa camera d’albergo, o per non farli dormire su un piccolo e scomodo divano a due posti, si può procedere con l’acquisto di un materasso gonfiabile matrimoniale o singolo, a seconda dello spazio che si ha a disposizione. In questo caso, la caratteristica principale da ricercare è la comodità. Per far si che un materasso gonfiabile sia comodo, dovrà possedere queste due caratteristiche:

  • deve essere alto;
  • deve essere sagomato.

In secondo piano, invece, possono essere messe trasportabilità e leggerezza. Alcuni materassi sono particolarmente comodi, perché dotati di strati realizzati con materiali differenti. Questi possono garantire sonni migliori e un comfort maggiore. Chiaramente, maggiore sarà la qualità del materasso e più alto sarà il prezzo da pagare.

Materasso gonfiabile per l’uso all’aperto

Chi è abituato a dormire in campeggio e a viaggiare con lo zaino in spalla, sa bene che la regola più importante è viaggiare “leggeri”. Per alcuni, potrebbe essere visto come uno sfizio il portarsi dietro un materasso gonfiabile, ma per altri è indispensabile per dormire in maniera comoda e riposarsi dalle fatiche giornaliere, e per essere pronti ad affrontare una nuova giornata di avventure. In questo caso, la prima caratteristica da prendere in considerazione, è la dimensione del materasso, che deve entrare nella tenda facilmente. Seconda caratteristica, deve essere quella del peso, più è leggero il materasso e più facile sarà da trasportare nello zaino. Nei paragrafi che seguono, potremmo vedere più nel dettaglio i fattori che queste due grandi categorie prendono in considerazione.

Quali dimensioni dovrebbe avere un materasso gonfiabile

Compresa la differenza tra i materassi gonfiabili da campeggio e quelli da casa, e valutata la tipologia di prodotto più adatta alle proprie esigenze, bisogna dare uno sguardo ai numeri e prendere in considerazione le misure del materasso più adatto al proprio stile. I due dati più importanti sono: il carico massimo che il materasso è in grado di supportare e la sua altezza. Meno importanti sono la sua lunghezza e la sua larghezza, a parte il fatto di ricordarsi che se va messo in una tenda, un eventuale materasso gonfiabile matrimoniale ci deve pur entrare comodamente! Ogni modelli, in genere, è disponibile in vari formati, quindi singolo, ad una piazza e mezza o matrimoniale. Ovviamente, dato che non va poggiato su una classica rete da letto, è possibile scegliere le dimensioni che più si preferiscono.

L’altezza del materasso

materassi gonfiabili

Se, come detto in precedenza, lunghezza e larghezza del materasso ci interessano solo relativamente, l’altezza è fondamentale, in quanto essa è direttamente legata alla natura del prodotto in questione. Come già accennato, un materasso gonfiabile da utilizzare in campeggio, deve avere delle misure adatte per entrare perfettamente nella tenda e per questo motivo, nella maggior parte delle occasioni, non sarà possibile privilegiare un materasso troppo alto. Questa caratteristica, tuttavia, potrebbe influenzare la comodità del materasso, ma è un compromesso che bisogna accettare. I modelli da campeggio, dunque, hanno un’altezza compresa tra i 25 e i 18 cm. Altezza accettabile tutto sommato, perché non troppo lontana da quella dei materassi per uso domestico. Quelli da casa però, possono arrivare anche ad un’altezza di 45 cm, decisamente più comodi, perché garantiscono un sostegno del corpo migliore, specialmente nel caso di persone anziane, che hanno difficoltà a stendersi a letto o a rialzarsi, se il materasso dovesse essere troppo basso.

Quale peso deve supportare?

Il carico massimo di un materasso gonfiabile non deve essere mai superato e comprenderne il motivo è piuttosto semplice. Dato che questa tipologia di materasso viene gonfiata con della normale aria, una pressione eccessiva su di esso, potrebbe causare lacerazioni sulle pareti, che lo possono danneggiare irrimediabilmente. Sulla scheda tecnica del prodotto, questo dato dovrebbe essere sempre indicato, e nei modelli di materasso gonfiabile matrimoniale, il peso si riferisce al totale complessivo e non per lato, a meno che, non sia un materasso gonfiabile, dotato di due camere d’aria separata. Nel caso di un materasso gonfiabile matrimoniale da casa, il peso massimo supportato è compreso tra i 250 e i 270 kg. Quelli da campeggio, invece, hanno un valore inferiore, di 200 kg in genere.

Il sistema di gonfiaggio

Rispetto a qualsiasi altra tipologia di materasso, lo svantaggio principale di quelli gonfiabili, è quello di non essere disponibili subito, perché devono essere gonfiati! Il gonfiaggio, a seconda del sistema scelto, consente di preparare il letto in tempi più o meno brevi. In commercio, è possibile scegliere tra almeno 3 sistemi di gonfiaggio: tramite pompa elettrica, tramite pompa manuale o a fiato.

  • Con pompa elettrica: questi materassi possono essere gonfiati nel giro di pochi minuti, se non secondi. Il dispendio di energia fisica è pari a zero, ma lo svantaggio è che devono essere collegati ad una presa elettrica. Per i modelli da casa, questi sono i modelli più consigliati, perché in casa la presa della corrente non manca mai e non si ha il problema di doversi portare in giro il gonfiatore elettrico, che generalmente è abbastanza pesante.
  • Con pompa manuale: la pompa manuale può essere azionabile sia a mano che a piede. Quest’ultima è probabilmente la meno faticosa, ma dipende da persona a persona. In questo caso, il gonfiaggio avviene più lentamente, ma è il modo migliore per gonfiare un materasso all’aria aperta, quando le prese della corrente sull’albero a fianco non è disponibile!
  • A fiato: infine, abbiamo i materassi gonfiabili a fiato. Sicuramente, in termini di dispendio di energia fisica, questi sono quelli peggiori. Inoltre, nelle persone, il gonfiaggio a fiato può provocare mal di testa e nausea, non proprio delle bellissime sensazioni. Sono senza dubbio i modelli più economici disponibili in commercio. Se proprio si sceglie questo tipo di materasso, meglio prendere quello dotato di valvola autogonfiante, che poi va regolata manualmente. Sono più costosi, ma certamente più facili e comodi da gonfiare.

I materiali utilizzati per la realizzazione del materasso

materasso gonfiabile matrimonialeNella scelta del giusto materasso gonfiabile, i materiali rivestono un ruolo di vitale importanza. Il materiale più utilizzato in commercio e forse il migliore disponibile è il PVC. Sicuramente ne avrete già sentito parlare, si tratta di una sorta di plastica, particolarmente resistente ed elastica, che viene utilizzata anche per molti altri prodotti. Quando si acquista questa tipologia di materasso però, è necessario verificare che lo strato in PVC non sia direttamente a contatto con la pelle, ma che sia presente un rivestimento floccato, quella sorta di tessuto, che ha una consistenza simile al velluto. Questo rivestimento, non si attacca alla pelle e consente una migliore traspirazione. Inoltre, se il materasso viene utilizzato in campeggio e poggiato direttamente sulla terra nuda, sarebbe necessario verificare che il materiale utilizzato per la sua costruzione, sia anche impermeabile ed adatto a questo scopo, poiché l’umidità della terra potrebbe rovinarlo nel giro di poco tempo.

Il costo di un materasso gonfiabile

Se paragonato al costo di un materasso tradizionale, anche il prezzo di un materasso gonfiabile matrimoniale è irrisorio. In commercio si parte con modelli estremamente economici, con prezzi minimi da poche decine di euro. Ovviamente, maggiore è la qualità del prodotto e più sarà alto il suo prezzo. Il costo può essere influenzato dalla presenza in meno di uno strato in lattiche, che ne garantisce una maggiore comodità, dalle sue dimensioni, ecc. Il costo medio di un materasso gonfiabile è di circa 60€, con i quali ci si porta a casa un prodotto di buona qualità. Ma per le esigenze più particolari, si può arrivare anche a 100€ e più.