Il miglior materasso anti acaro o spray antiacaro del 2019

Cosa sono i materassi antiacaro?

Il materasso antiacaro è fondamentale da acquistare per prevenire allergie o per combattere allergie di cui noi e i nostri piccoli possiamo soffrire.

Chiaro è che non per forza si debba comprare un materasso costoso, c’è un ottimo materasso antiacaro in vendita all’Ikea, la ditta svedese leader mondiale dell’arredamento fai da te e a prezzi concorrenziali.

Un materasso antiacaro è, certamente, un materasso anallergico che fa in modo che batteri e insetti non vengano a contatto con il nostro corpo durante la notte e quindi di dormire male e con un’igiene precaria.

Ci sono diversi tipi di materasso in commercio.

Di solito i più venduti sono realizzati in lattice o in schiuma, che sono già materiali che non permettono agli acari di proliferare.

I più interessanti e venduti sono:

Un materasso definito in lattice ha solo il 25 per cento di lattice naturale. Proprio grazie alla schiuma di lattice il materasso è molto anallergico, visto che gli acari tendono a proliferare con materiali naturali.

Un materasso in memory foam è composto da schiuma di poliuretano, quindi anche in questo caso non ci sono elementi naturali che permettono all’acaro di stanziarsi e crescere.

Un materasso che è in poliuretano espanso è antiacaro perché completamente chimico.

Per quanto riguarda l’antiacaro a molle bisogna capire di che materiale sia fatto ma è quello meno consigliabile. Le molle creano spazi e negli spazi c’è aria e quindi povere.

Vantaggi e svantaggi dei materassi antiacaro

Innanzitutto bisogna scegliere un materasso antiacaro di buona qualità, che vada dagli 80 euro per un materasso singolo e che abbia dei materiali all’interno tutti testati dalla Comunità Europea. Se i materiali sono buoni permettono al materasso di traspirare e quindi, effettivamente di combattere gli acari.

Le critiche che più volte vengono lanciate sull’acquisto di un materasso antiacaro sono riferite proprio al materiale che, se è di scarsa qualità, fa sì che accada proprio il contrario, cioè che l’acaro proliferi nella plastica e nel lattice umido.

Lattice, poi, che se fatto male, può anche rilasciare sostanze chimiche nel medio e lungo termine.

Come scegliere il giusto materasso antiacaro per le tue esigenze?

Bisogna scegliere un materasso antiacaro di buona fattura, c’è bisogno di grande attenzione nei confronti dei materiali certificati come antiallergenici e anche alla manutenzione. Non è che un materasso del genere, se lasciato sporco e non lavato, non crei condizioni poco igieniche per un neonato o per un soggetto allergico. Si deve saper tenere e si deve scegliere il materasso con gli elementi più tecnici possibili, più facile da lavare e con un trattamento anti-muffa e anti-fungo che serve sempre per chi ha problemi respiratori.

materasso antiacaroSiamo persone molto esigenti e dobbiamo sempre informarci prima di fare un acquisto così importante.
Meglio pagare qualche soldo in più ed avere a che fare con un prodotto fatto bene, questo è il mio consiglio per il giusto materasso.

Perché le persone dovrebbero comprare materassi antiacaro?

Perché il materasso antiacaro è una sicurezza in più, perché sono sempre più le persone che soffrono di allergia alla polvere e perché un materasso memory foam antiacaro è il meglio su piazza al momento.

Non solo si dorme bene, con una deformazione a lenta memoria legata al peso e al calore del nostro corpo ma poi il materiale del materasso permette che sia traspirante e antiallergenico, cosa c’è di meglio?

Credo assolutamente nulla.

In quali situazioni i materassi antiacaro sono più utili?

I materassi antiacaro sono certamente funzionali in una situazione di normalità, cioè anche senza allergie già comprovate di un membro o più membri della famiglia. Chiaro è che avere a che fare con un materasso che non contenga possibilità di allergie sia una cosa più che giusta.

Ma mettiamo il caso di avere qualcuno che soffra di asma o di allergie in casa, cosa più che probabile in questi anni in cui sono in aumento i casi di allergici alla polvere.

Un materasso che non permetta agli acari di proliferare, un materasso che permetta di traspirare e che è sfoderabile per essere lavato tutte le volte che serve è perfetto.

Ovviamente anche la pulizia della camera da letto è fondamentale: non dimenticate di lavare il pavimento ogni giorno e di togliere le tende per metterle in lavatrice una volta ogni 15 giorni. Le tende sono un grande problema, vanno lavate spesso e con prodotti neutri ed igienizzanti per renderle pulite più a lungo e più igienizzate che con un detersivo chimico normale.

Informazioni sugli spray antiacaro migliori del 2019

Se non si vuol comprare un materasso nuovo si può pensare di bonificare il nostro vecchio materasso con un trattamento antiacaro. Uno spray antiacaro spruzzato sul nostro materasso può ovviare alle nostre esigenze senza spendere tanti soldi come per un materasso nuovo.

Se fate un giro su internet troverete una serie di offerte, molto interessanti, di spray antiacaro che vanno dai 15 ai 30 euro.

Questo tipo di trattamento non promette miracoli ma fa il suo dovere: cambiando spesso le lenzuola e spruzzando lo spray sul materasso si crea una barriera che protegge il nostro respiro dagli acari presenti in superficie.

Uno degli igienizzanti più convincenti utilizza questa tecnica: si prende uno spruzzino, si riempie di 500 ml d’acqua e si aggiunge una compressa di igienizzante che, al contatto con il liquido, si scioglie. Dopo 10 minuti il composto è pronto per essere spruzzato sul materasso, si asciuga rapidamente, è inodore e, quando è asciutto, può essere coperto dalla federa.

Un prodotto del genere non bagna, non macchia, non rilascia odori. Se si ripete il trattamento ogni 5 giorni e si cambiano spesso le lenzuola, lavandole con un detergente delicato e altrettanto igienizzante, il risultato può essere considerato più che soddisfacente.