Miglior materassino campeggio 2019

Cosa sono i materassini da campeggio

Sia che tu scelga di dormire in un campeggio organizzato o sia in un bivacco libero, è bene acquistare un buon materassino campeggio, un accessorio a dir poco fondamentale se desideri dormire in maniera comoda e recuperare così tutte le energie che hai speso durante una lunga giornata di spiaggia o di trekking. Tuttavia, lo scopo del materassino da campeggio, non è soltanto quello di permetterti di dormire comodamente, ma anche e soprattutto, quello di isolarti dal terreno termicamente. In commercio, esistono diverse tipologie di materassino, in questo articolo, scopriremo le loro caratteristiche più importanti, in modo che tu sia poi in grado di scegliere autonomamente il prodotto più adatto alle tue esigenze.

PRODOTTO DIMENSIONI PESO VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
60 x 120 x 5 cm 1,6 kg VEDI PREZZI
54 x 185 x 3 cm 0,5 kg VEDI PREZZI
60 x 190 x 7 cm 2,7 kg VEDI PREZZI
65 x 205 x 5 cm 1,6 kg VEDI PREZZI
60 x 186 x 9 cm 0,7 kg VEDI PREZZI
56 x 190 x 5 cm 0,5 kg VEDI PREZZI
60 x 120 x 5 cm 0,7 kg VEDI PREZZI
60 x 120 x 6 cm 0,7 kg VEDI PREZZI
68 x 190 x 4 cm 1,2 kg VEDI PREZZI
60 x 183 x 5 cm 1,3 kg VEDI PREZZI

Il cosiddetto “R-value”, ovvero il potere isolante

Questa unità di misura, oltre che per il materassino campeggio, viene molto utilizzata anche nel campo dell’edilizia. Il suo funzionamento è molto semplice, più è elevato il valore di questa “R” e maggiore sarà il potere isolante del dispositivo. Se ti stai per recare in un luogo molto freddo, dovrai acquistare un materassino da campeggio con un R-value più elevato di quello di un materassino per le zone calde. Purtroppo, specificare con certezza un valore predefinito di R non è semplice, in quanto la resistenza al freddo può variare da persona a persona. Inoltre, essa può dipendere anche dallo stato fisico di un individuo, dalla stanchezza accumulata durante il giorno, dalle abitudini, dal sesso e molto altro ancora.

Il materassino per le zone calde e le zone fredde

materassino campeggioUn materassino campeggio con R-value uguale o inferiore a 2, generalmente, dovrebbe essere utilizzato solo per le zone calde; se prevedi di dormire con temperature vicino allo zero, o poco superiori, allora dovrai scegliere un materassino da campeggio con fattore R almeno di 3; se credi che le temperature possano scendere addirittura al di sotto dello zero, allora il fattore R deve essere ancora più elevato. Se si è poco abituati al freddo, perché magari si vive in zone calde per 365 giorni all’anno o si è particolarmente stanti, allora il valore di R potrebbe dover essere ancora più alto. Detto questo: quale materassino per il campeggio dovresti acquistare? In commercio ne esistono moltissime varianti, come d’altronde ogni accessorio per il mondo degli amanti delle escursioni. Tuttavia, è possibile suddividerli in due grandi categorie: materassini da “palestra” e materassini gonfiabili.

Il materassino da “palestra”

Questo è il classico materassino da campeggio, realizzato in polietilene espanso, molto simile a quello che si può trovare in qualsiasi palestra del mondo. Vengono detti anche Closed Cell Foam (CCF). Il loro costo è davvero basso, pochi euro e se ne portano a casa anche un paio alla volta, tuttavia, sono praticamente indistruttibili, a meno che non ci si metta a tagliarli di propria iniziativa. Il fattore R aumenta all’aumentare dello spessore del materassino. Quelli utilizzati anche nelle palestre, hanno uno spessore di circa 1 cm, ed il fattore R è circa di 2, per cui si consigliano per le zone calde. Uno spessore da 1,5 cm invece, può essere utilizzato anche in primavera o autunno. Questo fattore, ci fa intuire che il problema più grosso relativo a questa tipologia di materassino, sono le sue dimensioni. L’ingombro, per chi ama le escursioni o per un cicloturista, è un fattore da prendere in seria considerazione. Anche se si arrotolano su se stetti, questi materassini presentano comunque delle dimensioni “importanti”. Inoltre, danno origine al famoso, quanto fastidioso, “effetto vela”. I migliori, per ottimizzare l’ingombro, sono quelli che si piegano fino a diventare un rettangolo, così da posizionarli più facilmente in un porta pacchi o qualsiasi altro posto. Se il tuo problema principale è l’ingombro però, io ti consiglierei di lasciar perdere questa tipologia di materassino da campeggio.

Il materassino gonfiabile

materassino campeggioIniziamo con una precisazione: il materassino da campeggio gonfiabile non è niente di simile a quello che viene utilizzato in spiaggia, specialmente in mare, il cui potere isolante è pari a 0. Questa tipologia di materassino campeggio, è realizzata con del materiale isolante e spugnoso, che gonfiandoli si espande nel momento dell’uso. La spugna interna è di tipo “memory” ed una volta aperta la valvola, si espande automaticamente, anche se potrebbe essere necessario un breve gonfiaggio manuale per completare le operazioni di apertura del materassino. Il vantaggio principale di questi materassini da campeggio, a differenza dei modelli da “palestra”, è che il loro materiale espanso, è altamente comprimibile, per cui il materassino, una volta sgonfio, occupa pochissimo spazio e può facilmente essere riposto in una qualsiasi borsa o zaino da viaggio di piccole – medie dimensioni. Per cui, se il tuo problema è l’ingombro, questo è il materassino più adatto alle tue esigenze. Ovviamente, anch’esso presenta dei lati negativi, perché nessuno è perfetto! Rispetto al modello precedente, questo non si acquista per pochi euro, perché sono più complessi. Inoltre, sono anche più delicati e pesanti. Per questo motivo, ti consiglio di acquistarne di buona qualità e di marche famose. Se desideri visitare zone calde, un modello base è più che sufficiente, ma per le zone più fredde, sarà necessario un materassino più performante, con un fattore R più elevato, il quale sarà anche più costoso.

Il fattore d’isolamento non viene sempre specificato

Purtroppo non esiste una legge che obbliga le case produttrici a specificare il fattore R sulla confezione del proprio prodotto e quindi non tutte lo fanno. Tuttavia, è possibile utilizzare questo come un fattore per valutare i produttori più seri da quelli meno seri. Comunque, è molto importante tenere presente che prima di raggiungere luoghi particolarmente freddi, è necessario testare la propria resistenza alle basse temperature e il materiale più adatto alle proprie esigenze. Per concludere, il materassino campeggio è un accessorio indispensabile per tutti coloro che hanno sempre “sognato” di dormire sotto le stelle. Questo è necessario per dormire comodamente, recuperare in fretta le energie per il giorno dopo e isolare perfettamente il corpo dall’umidità di risalita dal terreno.