Miglior materassi a molle insacchettate 2019

Come scegliere il materasso a molle insacchettate

I materassi a molle insacchettate sono ancora i più amati in tutto il mondo, ma non solo perché il loro prezzo è inferiore ai materassi in lattice o memory foam. Per conservare questo primato, infatti, il vecchio materasso a molle ha subito una forte evoluzione, che lo ha portato a livello dei materassi ortopedici in lattice o memory. Abbiamo preparato questa guida per illustrare tutte le caratteristiche di questo materasso, i vantaggi, gli svantaggi, i modelli disponibili sul mercato, le misure e i prezzi a cui si possono acquistare. Tutto questo per consentirti di scegliere in completa autonomia, il materasso a molle insacchettato più adatto per le tue esigenze.

PRODOTTO DIMENSIONI Altezza materasso VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
160 x 190 cm 26 cm VEDI PREZZI
160 x 190 cm 23 cm VEDI PREZZI
80 x 190 cm 23 cm VEDI PREZZI
120 x 190 cm 26 cm VEDI PREZZI
140 x 200 cm 16 cm VEDI PREZZI
80 x 190 cm 21 cm VEDI PREZZI
90 x 200 cm 16 cm VEDI PREZZI

Storia dei materassi a molle

Il vecchio materasso a molle, sotto il trapuntato e la federa, venivano realizzati con un particolare intreccio di spirali in acciaio o in ferro, collegate l’una con l’altra. Unendo il tutto, con dei ganci in acciaio, per costituire un’unica superficie molleggiata, dove tuttavia, non era possibile ottenere una distribuzione del peso corporeo uniforme, poiché schiacciando in un punto qualsiasi del materasso, a causa della sua conformazione interna, tutte le molle erano soggette a compressione. Questo “difetto” di nascita, impediva di avere un sostegno del corpo mirato, per cui, si tendeva a curvare spina dorsale e collo, facendo assumere all’utente posizioni scomode, causando al risveglio un mal di schiena insopportabile. Questa caratteristica dei materassi a molle, sfavoriva anche la micro-circolazione sanguigna, rendendo le gambe più pesanti al risveglio di quelle che si avevano nel momento di mettersi a letto. Altri aspetto tipico di questi materassi, è che dopo un po’ di tempo, perdevano la loro rigidità, creando zone di avvallamento, che costringevano l’utente ad assumere le posizioni più scomode possibili. Altro aspetto negativo, era legato alla distribuzione del peso, quando sul materasso erano in due a dormire. Se un coniuge pesava molto di più dell’altro, quello più leggero tendeva a scivolare verso il partner più pesante, perché creava una sorta di avvallamento.

Vantaggi della tecnologia a molle insacchettate

materassi a molleA correggere tutti questi difetti, ci hanno pensato i nuovi materassi a molle insacchettate. Il loro segreto è quello di avere molle indipendenti, protette ognuna da un sacchetto di stoffa. Per cui, le spirali all’interno dei sacchetti, non sono collegate tra di loro, ma ad essere legati, sono i sacchetti di stoffa stessi. Questo consente di annullare la resistenza delle spirali singole alla compressione. L’involucro si deforma, senza creare nessuna reazione nelle molle. Le spirali indipendenti garantiscono un molleggio più mirato, specie dove c’è una maggiore pressione, senza il coinvolgimento totale della struttura in metallo. Un materasso a molle insacchettate di qualità medio alta, deve contare almeno 600 molle al suo interno. Questi dispositivi, oltre a garantire un supporto ottimale ed elastico, sorreggono il corpo in maniera delicata, senza creare zone di pressione nella colonna vertebrale, sulle spalle e sul collo. Cosa che invece accadeva con il suo antenato a molle intrecciate. Altra caratteristica dovuta all’evoluzione di questo materasso, è la camera d’aria che si crea nei sacchetti a molla. Questa, permette una maggiore traspirabilità del materasso, tenendolo sempre asciutto, anche nelle stagioni più calde ed in presenza di forte sudorazione.

Quante molle deve possedere il mio materasso?

Questa è una delle domande che sento fare più spesso. Per acquistare un materasso a molle di buona qualità, quante molle deve possedere? Alcuni prodotti in commercio, presentano anche un numero minimo di 300 molle al loro interno. Va detto però, che questi prodotti, estremamente economici, non sono affatto di buona qualità e non garantiscono il miglior riposo possibile. Il nostro consiglio, come accennato nel paragrafo precedente, è quello di non scendere al di sotto delle 600 molle. Ovviamente, in commercio sono disponibili anche apparecchi super potenziati, che contano fino a 7000 molle! Il prezzo in quest’ultimo caso però, è davvero salato da pagare. Inutile aggiungere, che maggiore è il numero di molle e migliore sarà la qualità del supporto offerta dal materasso in questione. Meno molle ci sono e più rigido si presenterà il prodotto. Più molle, significa anche una maggiore morbidezza, ma non che si sprofonda nel letto, attenzione. Altro importante aspetto da prendere in considerazione prima dell’acquisto, è la qualità dei materiali, specie quelli per la realizzazione delle molle e dei loro sacchetti. Questi ultimi, possono essere realizzati in cotone o in lana, e devono aver subito un trattamento anti muffa ed anti acaro, prima di uscire dalla fabbrica. Tutte queste informazioni, possono essere lette sui certificati di garanzia del prodotto.

Gli accessori disponibili

materassi a molle insacchettateParlare di accessori quando si parla di materassi a molle insacchettate può suonare strano, in realtà, ci riferiamo alla possibilità di acquistare Topper, in grado di migliorare ulteriormente il comfort del materasso. Generalmente, questi copri materassi, che devono avere uno spessore minimo di 5 cm, vengono realizzati in memory foam o in lattice. I primi servono per dare un maggiore sostegno al peso corporeo e distribuire ancora meglio il peso dell’utente. Il lattice, invece, è l’ideale per i soggetti allergici alla polvere o agli acari. Ovviamente, l’aggiunta di un Topper, aumenta il prezzo finale del prodotto, tuttavia, i materassi a molle insacchettate beneficiano ulteriormente dei vantaggi offerti da questi prodotti. Ma a chi si consiglia principalmente questa tipologia di prodotti? In realtà, tutti possono beneficiare dei vantaggi offerti da questi materassi, senza alcuna distinzione. Vista la differenza di prezzo che c’è tra questi materassi evoluti e i cugini in lattice o memory, i materassi a molle sono ancora i preferiti dalle persone di tutto il mondo, perché oltre ad un prezzo vantaggioso, non hanno ormai più nulla da invidiare agli altri prodotti disponibili in commercio. Gli ibridi, ossia quelli con molle insacchettate + lattice o foam, hanno un costo maggiore, ma sono ideali per chi soffre di allergie o di problemi alla schiena, soprattutto nella zona lombare e alla colonna vertebrale. Un consiglio su tutti, quando bisogna acquistare un nuovo materasso, bisogna chiudere un occhio sul prezzo, perché in termini di salute, non bisogna andare troppo per il sottile. Basti pensare, che passiamo un terzo della nostra vita a dormire, meglio se lo facciamo sul materasso più comodo possibile!