Miglior cuscino memory 2019

Perché acquistare un cuscino memory

Non è più possibile considerare il guanciale un semplice oggetto rettangolare dove posare sopra il viso la notte, imbottito di uno o l’altro materiale. Questo è un accessorio fondamentale per dormire meglio, che ci accompagnerà tutte le notti, per circa un terso della nostra vita. Mica poco! Per avere una elevata qualità del sonno e quindi dormire meglio, il guanciale è necessario, almeno quanto un buon materasso ed un’ottima rete di doghe in legno. Il guanciale, che prende il nome proprio dal fatto che vi si posano su le nostre guance, viene utilizzato da centinaia di anni, se non migliaia. I cuscini, più comunemente conosciuti, disponibili oggi in commercio sono migliaia e si distinguono tra di loro per una serie infinita di caratteristiche, per cui scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, è più difficile di quanto si possa immaginare. Ce ne sono per tutte le tasche e per ogni esigenza. Freschi per l’estate e caldi per l’inverno. Morbidi per chi adora affondarci dentro con tutta la testa o più duri ed ortopedici per chi ha problemi di cervicale. Segui i nostri consigli per scegliere quello più adatto.

PRODOTTO DIMENSIONI PESO VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
42 x 72 x 12 cm 2 kg VEDI PREZZI
42 x 72 x 12 cm 3 kg VEDI PREZZI
42 x 72 x 12 cm 1 kg VEDI PREZZI
40 x 70 x 10 cm 1,1 kg VEDI PREZZI
40 x 70 x 12 cm 1,3 kg VEDI PREZZI
44 x 76 x 5 cm 2,7 kg VEDI PREZZI
50 x 79 x 16 cm 1,3 kg VEDI PREZZI
45 x 70 x 5 cm 6 kg VEDI PREZZI
40 x 70 x 12 cm 1 kg VEDI PREZZI
40 x 74 x 29 cm 2,5 kg VEDI PREZZI

Come scegliere il cuscino memory

cuscino memoryLe principali caratteristiche da tenere a mente, prima di procedere con l’acquisto di un qualsiasi cuscino, sono fondamentalmente un paio: la consistenza e l’altezza. In commercio, non esiste e probabilmente non esisterà mai, un cuscino adatto per qualsiasi esigenza. Il cuscino ideale, va scelto in base a fattori ben determinati. Il primo da prendere in considerazione, è la posizione in cui ci si addormenta. Dormire a pancia sopra a pancia sotto o di lato implica l’utilizzo di un guanciale sempre differente. Una cosa è certa però, se per molto tempo si dorme su un cuscino sbagliato, si presenteranno un po’ per volta dolori agli arti superiori, alla colonna vertebrale e al collo. Nonché, al risveglio, un diffuso malessere generale. Quando si dorme, la colonna vertebrale deve assumere la posizione naturale e se al risveglio si accusano spesso dolori al collo, significa che si sta dormendo sul guanciale sbagliato. Non esistono in questo ambito misure standard, ma un cuscino normale, raggiunge circa il metro di lunghezza, in modo da essere adatto anche alla larghezza delle spalle, ma soprattutto per non cadere di lato con la testa durante il sonno. Chi dorme con la pancia all’insù, ad esempio, necessita di un cuscino alto, al contrario, per quelli che si stendono a pancia sotto, è necessario un cuscino basso.

L’altezza di un cuscino

In questo piccolo paragrafo, vogliamo analizzare nello specifico l’altezza che dovrebbe avere un cuscino memory, in base alla posizione assunta durante la notte. Partiamo dalla posizione più naturale di tutte, quella supina (pancia su). In questa posizione, un cuscino troppo basso, costringerebbe il collo a seguire la colonna vertebrale, posizione errata e quindi, sforzerebbe i muscoli facendoci risvegliare pieni di dolori. Per chi dorme in questa posizione, è necessario un cuscino più alto. Tuttavia, il cuscino non deve essere nemmeno troppo alto, per non assumere comunque una posizione scorretta, costringendo ad alzare eccessivamente anche le spalle. Lo stesso discorso vale per chi ama dormire su di un lato, anche in questo caso, l’altezza del cuscino deve essere media, per tenere una posizione della testa il più naturale possibile. Avete mai provato a stare in piedi con la testa piegata da un lato per un po’ di tempo? Ecco, con un cuscino basso, durante la notte, è questa la posizione che si assume: scomoda. L’altezza del cuscino, infine, è direttamente connessa alla sua consistenza. Se acquistiamo un cuscino molto alto, ma molto morbido, l’altezza diminuisce notevolmente quando poggiamo su la testa.

Quale materiale scegliere?

cuscino memoryIn commercio esistono moltissime tipologie di guanciale, quello più diffuso ultimamente è il cuscino memory, in grado di adattarsi perfettamente alla forma del viso e di tornare perfettamente dritto nel momento in cui ci giriamo durante la notte. Questo cuscino, oltre alle sue innate proprietà di distribuzione uniforme del peso, è anche naturalmente antiacaro e quindi ideale per chi soffre di allergie. Ovviamente, oltre a questa tipologia di cuscino, in commercio ne esistono molte altre. Scegliere il materiale più adatto alle proprie esigenze è fondamentale. Chi soffre di allergia, per esempio, dovrebbe tenere a dovuta distanza i cuscini imbottiti con piuma d’oca. Questi, infatti, non possono essere lavati normalmente, per cui sono ambiente sano per la diffusione degli acari. La gommapima, può rappresentare una buona alternativa, perché più igienica. Tuttavia, questi cuscini non sono adatti alla stagione estiva, perché eccessivamente caldi e sono anche piuttosto rigidi. Il lattice è un buon materiale, possono essere lavati tranquillamente e sono abbastanza confortevoli, ma anche questi sono piuttosto rigidi, oltre ad essere un materiale allergico. Il memory foam, sembra quindi essere la soluzione più ideale per la maggior parte delle esigenze. Questo materiale si adatta alla temperatura del corpo, è traspirante, antiallergico, distribuisce uniformemente il peso della testa e offre un ottimo sostegno.

Il costo di un cuscino memory

Come detto più volte in precedenza, in commercio troviamo moltissime tipologie di cuscino, ognuna differente dall’altra per caratteristiche, materiali utilizzati, marca, ecc. Anche il cuscino memory è disponibile in vari formati e tipologie. Il memory foam, infatti, non è tutto uguale. Il suo grado di rigidezza, la sua densità e altre caratteristiche, dipendono dai materiali utilizzati per la sua costruzione e dalla loro qualità. A seconda del modello scelto quindi, è possibile trovare cuscini in memory di ogni tipo. Il consiglio migliore che vi posso dare: è di diffidare dalle imitazioni! Se dovete acquistare un cuscino memory, meglio farlo acquistandone uno di qualità medio alta. Scegliendo un accessorio ortopedico delle migliori marche, ovviamente il prezzo sale, ma salgono anche le sue qualità e soprattutto la qualità del sonno. Sul costo finale del cuscino, può incidere anche la presenza più o meno della federe, della possibilità di sfoderarlo e lavarlo comodamente in lavatrice a temperature elevate. Prima di acquistare un cuscino qualsiasi è bene informarsi, per poter garantire ad un terzo della propria vita, un riposo migliore!